televisione.ilcannocchiale.it TELEVISIONE | televisione.ilcannocchiale.it | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

TELEVISIONE..NO GRAZIE MEGLIO LA RETE ..leggere..commentare..scrivere
i media tibetani inaccessibili
post pubblicato in Diario, il 27 marzo 2008
 

GfbV Logo Logo APM
HOME | INFO | NEWS | DOSSIER | BACHECA / TERMINE | EDICOLA / KIOSK | LADIN
Index

Tutti i giornali del mondo online / Alle Zeitungen der Welt Online

Tibet

                                                          


Tibetan Bulletin
/ The official journal of the central Tibetan administration of H.H. The Dalai Lama
Tibetan Bulletin Online
Tibet News in Taiwanesevoice.net
Voice of Tibet
Tibet Information Network
International Campaign for Tibet / News


Ultimo agg. / Letzte Aktual.: 21.8.2003 | Copyright | Motore di ricerca / Suchmaschine | URL: www.gfbv.it/5edicola/5indice/edicolele/tibet.html | XHTML 1.0 / CSS | WEBdesign, Info: M. di Vieste
HOME | EDICOLA / KIOSK | Index
la pace del cimitero.
post pubblicato in Diario, il 27 marzo 2008

 

Tibet, visita dei giornalisti stranieri
monaci protestano al grido di "libertà"

Alcuni religiosi hanno urlato slogan davanti ai reporter scelti e portati a Lhasa dal ministero degli Esteri di Pechino. E hanno raccontato di essere confinati nei monasteri. La censura cinese interrompe una trasmissione della Bbc/ GUARDA IL VIDEO
BLOG "Rieducazione" per monacidi FEDERICO RAMPINI
 

da http://www.repubblica.it/

 

The Guardian, Regno Unito, 20 marzo, 2008



da 
http://www.flickr.com/photos/xtremepeaks/357908746/

I recenti eventi in Tibet e province adiacenti sono cause di profonda preoccupazione x il mondo politico.La dispersione di una pacifica marcia di protesta organizzata da monaci tibetani,ha creato un'ondata di disordini,che sono stati brutalmente repressi da militari cinesi provocando indignazione in tutto il mondo democratico




La reazione delle autorità cinesi per le proteste tibetane evoca echi di pratiche totalitarie che molti ricordano ancora quando il comunismo regnava in Europa centrale  e orientale prima del 1989.

Hu Jintao

 

La dura censura dei mezzi di informazione nazionali cinesi,e il black-out di segnalazione da parte dei media,colpevolizzare il "Dalai Lama" e non specificate oscure forze  cospirative presumibilmente manipolate dall'estero non ha certo convinto molti. Il linguaggio usato da alcuni rappresentanti del governo cinese e dai media ufficiali cinesi è un promemoria ricalcato delle peggiori azioni staliniste e maoista dell'epocha ma il più pericoloso sviluppo di questa infelice situazione  è il tentativo di sigillare il Tibet fuori dal resto del mondo.






http://www.flickr.com/photos/jim4532/809350456/in/photostream/



La Cina sta cercando di rassicurare il mondo che pace, tranquillità e "armonia" hanno ancora una volta prevalso in Tibet. Purtroppo conosciamo questo tipo di pace da ciò che è accaduto in passato,in Birmania,Cuba,Bielorussia,e un paio di altri paesi:si chiama "la pace del cimitero".



Sollecitare il governo cinese a esercitare la "massima moderazione" nel trattare con il popolo tibetano,come i governi di tutto il mondo stanno facendo, è purtoppo una soluzione inefficace da cui non aspettarsi risultati.La comunità internazionale,a cominciare dalle Nazioni Unite seguita dall'Unione europea,ASEAN, e dalle altre organizzazioni internazionali,così come singoli paesi,dovrebbero utilizzare ogni mezzo possibile per intensificare la pressione sul governo cinese per consentire a mass media stranieri,e a missioni Internazionale l'accesso in Tibet e province adiacenti,in modo da verificare quello che  realmente sta accadendo.Non permettere la carcerazione di chi ha esercitato pacificamente il suo dissenso e garantire i diritti umani principali,senza che nessuno sia sottoposto a tortura e processi iniqui;creare un dialogo con i rappresentanti del popolo tibetano dovrebbe essere il primo obbiettivo.Se tali condizioni non verranno rispettate,il Comitato olimpico internazionale dovrebbe seriamente riconsiderare che giochi olimpici,in un paese che include"la pace del cimitero"non è la giusta soluzione.

 



http://www.flickr.com/photos/jim4532/809350638/in/photostream/


firmato da:

André Glucksmann - filosofo francese
Yohei Sasakawa - giapponese filantropo
El Hassan Bin Talal - presidente del Forum pensiero arabo e presidente emerito della Conferenza Mondiale delle Religioni per la Pace
Frederik Willem de Klerk - ex presidente del Sud Africa
Karel Schwarzenberg - ministro degli Esteri della Repubblica Ceca

Jonathan Watts in Beijing, The Guardian, UK, Saturday June 16, 2007 -


da
http://chinaview.wordpress.com/2008/03/17/chinas-tibet-crackdown-embarrasses-george-bush-and-highlights-us-rights-policy-flaws/#comment-48663

Sfoglia febbraio        aprile
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca