televisione.ilcannocchiale.it TELEVISIONE | televisione.ilcannocchiale.it | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

TELEVISIONE..NO GRAZIE MEGLIO LA RETE ..leggere..commentare..scrivere
Guerra IRAN :la fine di un impero
post pubblicato in Diario, il 9 luglio 2008
 

L'intelligence trema, piano per l'atomica forse in mano all'Iran.

Allarme nella comunità internazionale: i progetti per costruire un ordigno nucleare potrebbero essere finiti a Teheran

 
Il gruppo, capeggiato dallo scienziato Abdul Qadir Khan, considerato il padre dell'atomica pakistana, potrebbe aver consegnato i piani per la bomba proprio a Teheran, a Pyongyang o ad Al Qaida.

I progetti, svelati dal Washington Post e da alcuni organi di stampa elvetici, furono rinvenuti nel 2006 sui computer di uomini d'affari svizzeri e contenevano dettagli per costruire un ordigno nucleare compatto in grado di essere montato proprio su missili balistici simili a quelli in possesso di Iran e Corea del Nord. Il gruppo di contrabbandieri fu smantellato nel 2004, ma gli organi di intelligence non escludono che i progetti nel frattempo siano finiti nelle mani sbagliate.

http://www.newsfood.com/Articolo/International/2008-06/20080616-intelligence-piano-atomica-Iran.asp

Prosegue il duro confronto a distanza tra il presidente americano George Bush e quello iraniano Ahmadinejad: «Il tuo tempo è finito - ha detto il presidente iraniano rivolgendosi all'inquilino della Casa Bianca - non sarai in grado di prendere nemmeno un centimetro della sacra terra dell'Iran».

Parole di fuoco sparate il giorno dopo il vertice tra l'Unione europea e Bush nel corso del quale il presidente americano aveva esortato i partner europei ad un'unità di azione contro Teheran per via del programma nucleare. Parlando in diretta televisiva, Ahmadinejad ha poi dichiarato che il presidente Bush non è in grado di dare nemmeno «un pizzicotto» all'Iran i cui programmi nucleari non sono stati fermati dalle pressioni internazionali.

LA7.it - Pubblicata il 11/06/2008LA7.it - Pubblicata il 11/06/2008




 

Che vi sia in progetto un attacco contro l'Iran, non è segreto,e continua ad essere il tema più discusso nella maggior parte dei siti web che si occupano dell’argomento “guerra”.


Su Asia Times il 27 maggio(www.atimes.com raccolti da www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=9099),Muhammed Cohen ha rivelato che piani di emergenza per attaccare l'Iran nel mese di agosto erano già predisposti dall’amministrazione Bush. Muhammed Cohen  rivela che la"fonte informata" sono due membri del Senato degli Stati Uniti, Sen Diane Feinstein della California e senatore Richard Lugar dell' Indiana, che,informati entrambi dei piani, erano pronti a pubblicare la notizia sul il New York Times,quando il loro loro pezzo è stato “inspiegabilmente bloccato”.
La fonte, identificata come "un pensionato,diplomatico in carriera degli Stati Uniti,ex assistente del segretario di Stato ancora attivià nella comunità degli affari esteri", e anche ambasciatore sotto il regno di Bush senior, ha detto c'era un piano per lanciare attacchi aerei contro la Guardie Rivoluzionarie iraniane Qods .
Daniel Pipes ha aggiunto che il presidente George W. Bush sarebbe intenzionato alla guerra contro l'Iran prima di lasciare il posto a Barack Obama che probabilmente subentrerà a Novembre.

Recentemente il Ministro dei trasporti israeliano Shaul Mofaz, che è un ex capo dell'esercito e Ministro della difesa, è stato esplicito: "Se l'Iran continua con il suo programma per lo sviluppo di armi nucleari…..", ha detto in una discussione con Yediot Ahronoth il 6 giugno. "….attaccare l'Iran, al fine di fermare la sua piani nucleari, sarà inevitabile."



La possibilità di un attacco israeliano contro l'Iran è tema molto discusso, piuttosto insolito come
Joschka Fischer, potente ex ministro degli esteri della Germania, abbia pubblicamente messo in guardia l’opinione pubblica contro un tale evento.
Appare sul Daily Star il 30 maggio un articolo dal titolo, "
Israele potrebbe attaccare l'Iran a breve."


Che cosa può fare l'Iran, al fine di prevenire un tale attacco, sia da Washington o Tel Aviv?

(www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=8868),


l'Iran  persegue una  globale strategia basata su legami con nazioni di tutta l'Eurasia, che inizia con la Russia, la Cina e l'India, e attraverso l'estensione della Shanghai Cooperation Organization, dove spera di entrare come membro a pieno titolo. Iran's Eurasian politica si basa sulla cooperazione economica, in particolare nel trasporto e le infrastrutture energetiche, così come accordi in materia di sicurezza. Lo stesso vale per la sua politica nel Golfo Persico.

La Repubblica islamica ha annunciato recentemente di aver una proposta per risolvere i grandi problemi del mondo, attraverso  discussione e cooperazione. La proposta, che è stata resa pubblica, non ha ricevuto da nessuno l'attenzione che forse meritava.

"Israele ha detto  che uno sciopero contro l'Iran sarà" inevitabile "se il regime islamico continua a portare avanti la presunta piani per la costruzione di un atomo-bomba". (Daily Telegraph di Londra, 6.11.2008)


"Angela Merkel Cancelliere della Germania ha confermato la messa in atto di altre sanzioni decise dall’amministrazione Bush se non sospenderà il programma di arricchimento dell'uranio." Bush ha sottolineato prima di eventuali decisioni   "tutte le opzioni sono sul tavolo", comprese quelle di una  forzatura militare. (New York Times, 6.11.2008)

 

Il Primo Ministro russo Vladimir Putin ha dichiarato invece  in modo inequivocabile in una intervista a Le Monde il giorno 31 Maggio,"Non credo che gli iraniani stiano cercando di fare una bomba nucleare", ha detto. "Non abbiamo alcun motivo di ritenere questo". ha poi proseguito: "devo dire che formalmente l'Iran non ha violato alcuna norma. L’Iran ha il diritto di procedere ad un personale arricchimento .... ripeto non vi è alcuna base ufficiale per intentare azioni giuridiche contro l'Iran".
Putin ha confermato totale rifiuto della Russia alla proliferazione delle armi di distruzione di massa, ed ha spiegato come il suo paese persegua l’idea di arricchimento nucleare a scopi energetici.
“l'Iran è solo una parte del problema. Molti paesi sono sulla soglia di un uso pacifico dell'energia nucleare. Questo significa che avranno bisogno di arricchimento e tecnologia. Creare in proprio, a ciclo chiuso,energia nucleare  per risolvere problemi energetici,creerà sempre il sospetto di una produzione di uranio a scopo militare, situazione questa difficile da tenere sotto  controllo. Ecco perché proponiamo la realizzazione di arricchimento sul territorio di quei paesi che sono al di là di sospetto perché già in possesso armi nucleari, "(vale a dire la Russia.) In breve, la Russia ha ancora esitazioni in materia di impianti di arricchimento sul suolo iraniano, ma il processo di discussione è in corso.

 

Velocemente l'amministrazione Bush si avvicina alla scadenza di mandato, rimanendo per il sesto anno nel pantano dell’Iraq e “dentro” la guerra dimenticata in Afghanistan al suo ben settimo anno. Le fazioni armate in Iraq e dei Talebani in Afghanistan, sono ancora in forza e controllano la maggior parte di questi paesi. I prezzi del gas hanno  raggiunto una media di $ 4,00 al gallone a livello nazionale e molti analisti prevedono il prezzo salirà a $ 5,00-$ 6,00 alla pompa di Labor Day.
Questo, nonostante le assicurazioni di alcuni dei sostenitori della decisione di invadere l'Iraq e che prevedevano si "pagasse da sola" (Paul Wolfowitz) immaginando il crollo dei  prezzi a "$ 20,00 al barile" .

Una cosa che il Pentagono conduce con diligenza è lo sviluppo di strategie per lo svolgimento di qualsiasi numero di missioni teorico basato sulla reale o percepita minacci della sicurezza nazionale.
Gli Stati Uniti  attualmente fanno gli ultimi ritocchi a più piani di emergenza per attaccare il nucleare iraniano e loro installazioni militari.
Se invaderanno l'Iran quest'anno vi sarà un utilizzo di centinaia di aeromobili già stazionate nel Golfo Persico e dal suolo di Iraq e Qatar. Devono scovare gli impianti nucleari situati nelle vicinanze di Teheran e  nel resto del paese le,basi principali di unità iraniano militare, anti-aerei,e le unità della Guardia Rivoluzionaria.(una potente organizzazione iraniano para-militare ).

Questa azione militare è destinata a fermare l'Iran nello sviluppo di armi nucleari?

Probabilmente no.
Probabilmente non distruggerà neanche tutti i loro impianti di ricerca nucleare, il più sensibile delle quali è noto per essere sotterraneo e protetto da tonnellate di terra,cemento armato e acciaio progettata per sopravvivere a quasi tutti gli attacchi che utilizzano munizioni convenzionali. I militari della Guardia Rivoluzionaria, molto probabilmente sopravviveranno , anche se subiranno perdite di vite umane,e le principali basi e centri di comando saranno distrutte. Ma ache l'Iran ha una pattuglia Air Force, Marina (compresi i sommergibili) e moderni aeromobili di grandi capacità, e probabilmente vi saranno anche perdite americane.


Se gli Stati Uniti attacca l'Iran questa estate o in autunno, il popolo americano deve prepararsi a uno shock forse  maggiore per la psiche nazionale (ed economia) superiore a 9 / 11.
Ci sarà un significativo il numero di vittime Statunitensi alla prima invasione. Veivoli verranno abbattuti e i piloti americani  verranno presi prigionieri - tra cui donne piloti. Una  battaglia navale nello stretto Golfo Persico potrebbe avere risultati disastrosi. Marinai americani saranno uccisi e le navi e degli Stati Uniti sarànnno gravemente danneggiatef orse irrecuperabili.


Israele (finora rimasti fuori dalla mischia di locazione, incita le forze armate americane alla guerra) verrà coinvolta. Iran  alleato  recentemente con la Siria, scatenerà un fuoco  di più di 200 Scud B, C, D missili su Israele, ciascuno armato di gas VX. Tutta Israele è nel raggio d'azione di queste armi russe, Haifa, Tel Aviv, Gerusalemme e praticamente tutti i principali centri civili e molte basi militari saranno colpite,  con un massiccio numero di vittime.

Le Forze aeree di Israele  ordinernnoa   tutti e tre i loro squadroni di F-16i SUFA caccia / bombardieri in aria di bombardare Teheran Si tratterà di un viaggio di sola andata per molti di questi piloti in quanto non si sarà  possibilità il rifornimento di combustibile. Israele cadrà in rovina molti con famigliari, già morti o moribondi non attenderanno l'autorizzazione da Washington per rifugiarsi in America.

Subito dopo le prime ondate di bombardieri statunitensi nello spazio aereo iraniano, la Marina iraniana, utilizzando missili terra e piccoli, veloci imbarcazioni attaccherà i pozzi di petrolio nello Stretto di Hormuz, isolando il Golfo Persico dal resto del il mondo.
Il giorno dopo l'invasione Wall Street (e, in misura minore, Tokyo, Londra e Francoforte) cadranno come sempre in una crisi internazionale - irrazionale speculazioni di acquisto faranno raggiunge il Fever Pitch e il prezzo del petrolio salirà da $ 200,00 - $ 300,00 dollari al barile sul mercato libero. Se la guerra non sarà risolta in poche settimane, il prezzo potrebbe salire ancora. Questo porterà il prezzo della benzina al distributore a livelli oggi impensabili.

Se questo dovesse accadere, questo paese si fermerà. La maggior parte degli Americani non saranno in grado di permettersi di gas per andare al lavoro. Camionisti abbandoneranno i loro grandi mezzi a lato della strada e semplicemente andranno a piedi. Cibo, medicine e altri prodotti non potranno essere nei negozi.
Gas e energia elettrica (ciò che resta di approvvigionamento a breve) saranno troppo costose per la maggior parte delle persone. I bambini, i malati e gli anziani moriranno a causa di mancanza di aria condizionata, in case e ospedali. Bambini, malati e  anziani moriranno in inverno per mancanza di calore. Ci saranno disordini alimentari in tutto il paese. Il sistema di baratto prenderà e il posto della moneta e del credito in quanto l'economia e le banche saranno costrette alla fame. Il disordine civile prenderà il sopravvento.

Le forze di polizia non saranno in grado di contenere la violenza e saranno vittime di crisi come il resto della popolazione. Si sciolgono i governi civili e legge marziale è dichiarata ai sensi delle disposizioni approvate sotto il Patriot Act. Truppe US Army e Marine in pattuglia prenderanno possesso  delle strade. Il governo federale verrà spostato in un sconosciuto, ma sicuro luogo.
Sugli Stati Uniti scende il caos e diventa un paese del terzo mondo.

La sua era di superpotenza è finita.


fonte http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=9250

Sfoglia giugno        agosto
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca