Te l'avevo detto 20 anni fa | TELEVISIONE | televisione.ilcannocchiale.it | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

TELEVISIONE..NO GRAZIE MEGLIO LA RETE ..leggere..commentare..scrivere
Te l'avevo detto 20 anni fa
post pubblicato in politicando, il 17 dicembre 2011
pezzo che ho scritto 20 anni fa ...si rivela oggi in tutta la sua profezia.. L’Europa che si unisce in T.V. alla sola convenienza economica delle grandi industrie nella speranza di una pari lotta con il dollaro si sfalda in realtà giornalmente sempre più in ogni sua provincia, città,paese,comune,quartiere. La prospettiva di una offerta massificata per produrre denaro a pochi si spaccherà a favore della capacità del singolo di difendersi da tutto questo creando,diversificando, costruendo soluzioni uniche, sincere e non solo votate al dio “denaro”. La creazione di un’Europa unita data al popolino dai politici è utile solo a giustificare il continuo imbastire di teoremi,congressi,dibattiti alle spalle di chi realmente produce. La massa di signori che scaldano le sedie all’europarlamento,al parlamento ai comuni, è il concreto assemblaggio della bieca politica che aumenta sempre più la corsa a posti di prestigio super pagati sotto la bandiera Europea del qualunquismo mascherato da interesse di parte mistificato a sacrificio a favore della comunità , parassitario in realtà nei confronti di chi realmente lavora . E’ chiaro che fino a che ci sarà l’offerta di tali posti di privilegio si manterrà attiva la corsa a coprirlo anche da persone oneste che non si chiamano “Giocondor” . In un’Europa dove l’Inghilterra subisce scissioni a favore dell’Irlanda,i paesi nordici se ne fottono dell’unità europea, la Spagna a i separatisti Baschi la Yugoslavia è massacrata da divisioni etniche,l’Italia ha un Bossi che preme su di una padania libera che non esiste , il mio vicino mi guarda male se compro la macchina nuova e i forlivesi maledicono sulle strade le targhe di chi non è del loro paese si continua a volerci far credere ad un’unità dei popoli . Uno strafottente disinteresse è il reale concreto puntello di chi è costretto dalla bieca politica e difendere i propri interessi fottendosene di quelli degli altri e coltivando il proprio giardino in “primis”. Questo si vede chiaro dalle dalle ultime votazioni : chi và a votare e solo quello che è immanicato politicamente e deve trarre profitto dal suo voto tutti gli altri ne hanno le tasche piene e vogliono essere lasciti in pace. L’individualismo è il futuro del mondo....nell’individualismo stà tutto ciò che di buono si può ancora fare visto che poi il denaro regola il resto. L’individualismo , l’interesse personale avanzano prepotentemente forse nel bene,forse nel male e l’esperienza insegna che nulla è meno chiaro e sicuro di qualcosa in comune con altri. Quel che e mio e mio e voi se volete qualcosa dovete guadagnarvelo!! Onoriamo di citazione anche la “ famiglia” che è fulcro dell’unità del mondo. Questa si sta sfaldando sta morendo sotto i colpi del consumismo che divora tutto , si infrange, si annulla nel cuore,nell’anima costringendo le donne e le mamme a lavorare a discapito della famiglia . Uno stato civile dovrebbe sostenerle perchè adeguatamente a casa curino ciò che da sempre la donna ha curato e serve al futuro più di ogni cosa : i figli Figli che invece mancano perché le donne ora alla pari con gli uomini non sono più tali ma sono ,manager…..avvocati ..commercialisti perdendo un’identità che fino ad oggi ha cresciuto il mondo con il sacrificio che molti più non conoscono e che dovrebbe tornare di moda per dare valore ed unità ai popoli e famiglie stesse. I figli generazioni che saranno ,si spera, il nostro futuro ....il futuro del mondo rischiano di perdersi …di non sapere a che padre e o madre rivolgersi .
Sfoglia febbraio        gennaio
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca